• Current

FRANKENSTEIN

  • REGIA IVONNE CAPECE

    PRODUZIONE ELSINOR CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE

La storia la conosciamo: uno studente di scienze naturali vissuto in una famiglia illuminata del 1800, decide un giorno di creare un essere umano. Per farlo studia moltissimo, si spinge fino a uccidere animali, a recuperare parti anatomiche di altri esseri umani. L'esperimento è un successo clamoroso. La Creatura nasce, bella e forte, sovrumana. Il suo creatore sarà felice, pensiamo. E invece no. Si dispera. Ne ha paura. Ne ha orrore. E qui si apre il vero mistero del romanzo: perchè Frankenstein reagisce come fa, perché non è orgoglioso della sua creazione? Neppure Mary è sicura della sua creazione. La fanciulla che scrisse "Frankenstein" per tutta la vita in tutti i suoi ripetuti interventi smentisce o ridimensiona la portata letteraria della sua opera, l'interesse suo stesso verso di essa. Dovrebbe essere felice del capolavoro che ha partorito e invece fa di tutto per sminuirne la maternità. La risposta? La Creatura è il Libro.
Un Frankenstein totalmente al femminile, che racconta un'epoca in cui essere donne e artiste era assai meno che un'eccezione, in cui ci si poteva sentire "mostruose" se si partorivano libri invece che figli, in cui una Creatrice si confronta con la paura di essere tale e con la genialità della sua Creatura: un capolavoro che ha trasceso la sua epoca creando uno dei più grandi topos dell'età contemporanea. Un viaggio onirico nel Romanzo e nell'emotività della sua Autrice, e insieme un'immersione tecnologica in una drammaturgia a componente interattiva.  
 
Produzione nata all'interno del progetto europeo Play-On - New Storytelling with immersive technologies.
 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.